Marina Graziani

Ogni giorno è una nuova avventura

I viaggi e lo sport sono tra i suoi principali interessi. In una vita movimentata in cui una giornata non è mai uguale a un’altra, è arrivata la cagnolina Zoe a darle delle regole. Di QVC ama l’adrenalina della diretta e la preparazione che c’è dietro ad ogni show.

Come sei arrivata in QVC?

Tramite un’agenzia che mi ha proposto di fare un provino in QVC, si è creata subito l’occasione, prima come guest ed ora come presenter. Si vede che il classico “essere nel posto giusto al momento giusto” stavolta è capitato a me.
Ho studiato il canale in modo approfondito. La bravura e la capacità delle altre presenter mi hanno fatto rendere conto da subito che dietro c’è un mondo attento alla preparazione e alla formazione.

Che lavoro facevi prima?
Ho iniziato a lavorare nel mondo della TV nel 1996 a Striscia la Notizia come Velina, dopo 3 stagioni ho continuato in questo ambiente conducendo diversi programmi per i canali televisivi nazionali e facendo la testimonial per varie campagne pubblicitarie.
Dopo i 30 anni, al lavoro sotto i riflettori ho affiancato quello dietro le quinte ed ho iniziato a fare l’ufficio stampa di alcuni eventi e la digital PR.
Inoltre da 2 anni ho un blog dedicato al fitness, nato sull’onda della mia partecipazione ad un programma dedicato alla corsa. Grazie a questo blog ho iniziato a partecipare molto più di frequente a manifestazioni sportive da grande appassionata. Così ho corso la Sahara Marathon, dove sono arrivata 2°. Poi ho fatto una mezza maratona a Gerusalemme, una a Nairobi e la Mezza Maratona d’Italia. Il mio blog parla di questa passione: sport benessere, mondo olistico, yoga.

Che effetto ti fa la diretta?
Io ho iniziato in diretta. Avevo 19 anni e ho iniziato in diretta a Striscia la Notizia.
L’ebrezza la senti, trovo che sia molto vitale, perché ovviamente dà l’adrenalina. Puoi anche sbagliare, ci sta, siamo umani, spero di riuscire a farci una bella risata, di essere perdonata dalle amiche da casa.

Qual è l'aspetto che ti incuriosisce di più di questa nuova esperienza?
Io sono molto empatica e questo in passato mi ha portato a trascurare la parte di ricerca e approfondimento.
Con QVC mi sono resa conto di quanto nulla sia lasciato al caso, quindi ho spostato l’attenzione sulla parte di ricerca e approfondimento, senza trascurare comunque la parte empatica. Ora se ho un dubbio cerco subito piuttosto che trovarmi in difficoltà in diretta

Ci racconti la tua giornata tipo?
Non ho giornate tipo, in generale non ho un giorno uguale all’altro. Le mie giornate seguono un po’ il mio lavoro.
Sicuramente ci sono spazi che mi prendo e mi piace prendermi, come quelli dedicati allo sport oppure mi piace viaggiare, di solito prenoto il volo e i primi 2 giorni.
Da quando ho la mia cagnolina, però ho qualche regola.   

Ci parli di un viaggio che ti è piaciuto particolarmente?
Sicuramente in Australia. Quando avevo 30 anni volevo staccarmi un po’ dal mondo televisivo e capire cosa andare a fare. Ho deciso da una settimana con l’altra di partire, seguendo l’istinto e senza documentarmi.
Sono in Australia per lavorare, ho prenotato solo le prime due notti. Lì ti pagano nel fine settimana, così ogni settimana mi spostavo e cambiavo lavoro, è stato meraviglioso. Sono partita da sola, mi sono trovata gli amici strada facendo. Ho lavorato con quello che guadagnavo, quindi ho ridimensionato la mia vita drasticamente. L’unico acquisto che ho fatto, con due amici è stata una macchina su cui ho fatto un cuore fucsia e l’ho chiamata Dorothy, perché la sigla dell’Australia è OZ come Il Mago di OZ.

Qual è il tuo sport preferito?
Amo in generale lo sport, ma se devo sceglierne uno è la corsa. Trovo che sia una forma di meditazione, un atto che si ripete al di là del fisico. Inoltre è una metafora della vita: se non ti alleni non raggiungi i traguardi. Le scorciatoie non esistono, io tutto quello che ho fatto nella vita l’ho sudato, con onestà e umiltà: questo lo ritrovo anche nei valori sportivi. Durante ogni viaggio, faccio una corsa al tramonto, poi pratico anche nuoto, sollevamento pesi e provo nuovi sport. Mi piace molto anche lo yoga, perché è fisico e aiuta ad allenare la respirazione.

Ci racconti della tua cagnolina?
È il mio amore grandissimo. Si chiama Zoe. L’ho trovata a fine agosto in Sicilia, aveva circa due mesi. Io rientravo dalla spiaggia con degli amici e ho trovato questo scricciolo. Un anno prima ho avuto un periodo difficile e lei mi ha riallineato con l’amore. Pensa che io non sono una che cucina molto ma mi sono messa a cucinare per lei, perché ha parecchie allergie e quindi non può mangiare tante cose.

Hai qualche altro interesse particolare?
Ho molti tatuaggi. Ognuno di loro ha un significato, una storia e sono realizzati da diversi artisti. I miei tatuaggi rappresentano il mio mondo ideale, quello in cui vorrei vivere.

Che rapporto hai con i social network?
La Marina che lavora come digital PR ritiene che abbiano un potere molto importante, sono un mezzo che può comunicare a tantissime persone. Se usati nel modo giusto hanno un grandissimo potere e un grandissimo valore. Un’altra parte di me ritiene che si tratti di un mezzo talmente potente, che non sempre è riposto in mani sagge e spesso ne viene fatto un uso improprio.
Io personalmente li uso. Mi piace Instagram, perché amo la fotografia, ma non permetto che si entri troppo nella mia vita privata. Penso ci debba essere un confine: per custodire la vita privata e tutelare un dialogo con un amica. Sono un po’ combattuta.

Descriviti in 3 aggettivi.
Sono leale, solare, emotiva, come la mia cagnolina.

Un messaggio per le nostre clienti.
Condividiamo la passione per lo shopping, quindi ce la metterò tutta per trasmettervi il mio entusiasmo!
Di sicuro sarà un piacere testare tutti i prodotti per presentarveli al meglio! (Ride)