Marianna Acierno

"Se l’opportunità non bussa, costruisci una porta.”

Milton Berle

Non sopporta la routine ed è sempre alla ricerca di novità. Ama scoprire cose nuove, mossa da una curiosità insaziabile. La passione per QVC arriva dalla mamma: anche per questo, per lei, ogni diretta è una grandissima emozione.

Marianna Acierno

Come sei arrivata in QVC?

Mi fa molto ridere ripensare a come è andata. È iniziato tutto da mia mamma, che è da anni una mega fan di QVC. Un giorno stavamo seguendo una diretta insieme, si gira verso di me e mi fa: “Ma perché non ci provi? Potresti essere portata, io ti vedrei bene”. Inizialmente l’ho presa come una battuta, ma in realtà lei era serissima. L’idea ha iniziato a girarmi per la testa. Poi un giorno proprio mia mamma viene invitata a un evento organizzato da QVC, in quanto cliente speciale (ve l’ho detto, è una superfan!). Mi ha portata con lei, ed è stato fantastico. Ho visto i set, e tutto il lavoro che si svolge dietro alle telecamere. Da quel giorno mi sono innamorata, e ho deciso che ci avrei provato davvero. Qualche anno dopo si è presentata l’occasione di entrare in questo fantastico mondo, e sono felice di avercela fatta.

Che effetto fa andare in diretta?
Mi fa un effetto bellissimo, elettrizzante. Quando si accende la telecamera mi sento pienamente coinvolta, e la sensazione che mi piace di più è quella scarica di adrenalina che provo nei primi 30 secondi di trasmissione. Ogni volta è come fosse la prima. Nonostante mi stia abituando sempre più, non posso fare a meno di emozionarmi. Fuori sembro tranquilla, vado spedita e tutto procede senza intoppi, ma dentro sono un fuoco. È una cosa che apprezzo tantissimo, perché mi fa sentire viva.

Che lavoro facevi prima di entrare in QVC? E cosa hai studiato?
Sono laureata in lettere. Il mondo della letteratura è una mia grandissima passione che ho avuto la fortuna di coltivare ancor prima dell’università, frequentando il liceo classico. Inizialmente mi sarebbe piaciuto fare la giornalista ma, come capita spesso, i casi della vita mi hanno portata su tutt’altra strada rispetto a quella che avevo immaginato. Nel corso degli anni ho potuto seguire però altre due mie passioni: quella per lo sport, dirigendo un centro fitness a Milano, e quella per il mondo dello spettacolo, con diverse esperienze in televisione. È anche attraverso queste che ho maturato il desiderio di entrare nel mondo di QVC. Tutto ciò che ho fatto prima mi ha dato gli strumenti per affrontare al meglio l’esperienza che sto vivendo ora.



Perché hai scelto di iniziare questa nuova esperienza come Presenter?
Mi è sempre piaciuta la frase: “Trova il lavoro che ami e non lavorerai mai un giorno nella tua vita”. Anche mio padre me lo ripeteva spesso: “Marianna devi trovare un lavoro che ti piace. Perché quando lo trovi non ti pesa”. L’ho sempre visto lavorare moltissimo, e con tantissima passione. Passava ore e ore sui suoi progetti di ingegneria. Faceva quello per cui era portato, gli piaceva, ed era felice. Proprio quello che provo io ora in QVC. Cercavo un’esperienza nuova e coinvolgente, in cui poter mettere a frutto la mia passione per il mondo della comunicazione, e la mia voglia di comunicare ed essere utile alle nostre clienti. Ogni giorno è una sfida: mi piace recarmi in studio per la diretta, studiare i prodotti che presenteremo, parlare con i nostri guest.

Marianna Acierno

Qual è l’aspetto che più ti incuriosisce di questo lavoro?
Mi piace che ogni giorno è diverso da quello precedente. Soffro la routine e la prospettiva di dover fare sempre le stesse cose. In questo lavoro non esiste la monotonia, perché ogni volta è tutto diverso. Orari diversi, brand diversi, ospiti diversi. Le novità mi piacciono e sono contenta di poter scoprire cose nuove ogni giorno. Trovo molto stimolante il confronto con le nostre guest. Sono tutte persone preparatissime, e grazie alla loro esperienza sto imparando tantissime cose.

Marianna Acierno

Ci racconti la tua giornata tipo?

Come dicevo non sono un’amante della routine, per cui non posso dire di avere una “giornata tipo”. Però - almeno la mattina - ci sono tre cose che faccio per mettermi in moto al meglio. Innanzitutto… mangiare! La colazione è importantissima per attivarmi, mi mette di buon umore. Poi attacco un po’ di musica e mi preparo. Mi piace fare la doccia ascoltando le mie canzoni preferite, mi dà la carica. Dopodiché porto a spasso la mia cagnolina, Mia. Lei è la mia compagna di passeggiate. Si potrebbe dire che queste sono le tre costanti delle mie giornate: cibo, musica e la mia amica pelosetta. Tre grandi passioni a cui non rinuncerei mai. Per il resto del tempo invece lavoro, dedico molto tempo alla preparazione e allo studio dei prodotti, perché voglio che in onda sia tutto perfetto. La sera mi piace rilassarmi con un film o una serie TV. Sono appassionatissima di thriller psicologici. Mi faccio prendere: più la storia è complessa, misteriosa, piena di suspense, più mi diverto.

Ci parli di un tuo interesse particolare?
La mia grande passione è sempre stata la moda. Anche prima che diventasse parte del mio lavoro. Mi piace creare abbinamenti, inventare. Non credo in una moda da rincorrere per sentirsi adeguate o al passo con le richieste imposte dall’esterno. Mi piace pensare alla moda come a uno strumento per stare bene con sé stesse, mostrando al mondo la propria personalità. A proposito, ho una passione per lo stile anni ’60. Mi piace quel gusto un po’ vintage, che si adegua bene alle forme di una donna, in modo così spontaneo ed elegante.



Che rapporto hai con i social network?
Con i social ho un rapporto di amore e odio. Il seguito che ho non è stato cercato, ma è arrivato in gran parte grazie ad alcune esperienze televisive che ho avuto in passato. Mi piace condividere parte della mia quotidianità e avere un contatto con le persone che mi seguono. Difficilmente lascio un messaggio ricevuto senza risposta, e devo dire che i miei followers sono sempre molto intelligenti e educati. È stimolante poter scambiare qualche battuta con loro, leggere il loro punto di vista sulle cose che condivido. Questa è la parte che apprezzo di più dei social. Dall’altro lato però mi ritengo una grande perfezionista, e spesso non sono soddisfatta di quello che posto. Vorrei poter offrire contenuti di maggiore qualità, più curati, più dinamici, e quindi più interessanti per i miei follower. Ci sto lavorando, è un aspetto su cui voglio migliorare in futuro.

Marianna Acierno

Descriviti con tre aggettivi.
Il primo potrebbe essere “positiva”. Sono una persona allegra, e difficilmente mi vedrete senza un sorriso stampato in faccia. È un modo di essere che cerco di coltivare da sempre nella vita di tutti i giorni.

Il secondo invece potrebbe essere “determinata”. Quando mi metto in testa una cosa faccio di tutto per raggiungerla. Mi piace pormi obiettivi sempre nuovi e cercare di conquistarli, con impegno e dedizione.

Come ultimo sceglierei invece “pignola”. Lo riconosco da me. A volte divento una gran rompiscatole. Capita soprattutto quando ci tengo a qualcosa, e voglio che venga fatta come dico io. Sono testarda, ho una mia visione delle cose e faccio di tutto pur di seguirla. Per questo posso risultare un po’ troppo decisa alle volte, ma fa parte del mio carattere.

Marianna Acierno

 

Un messaggio per le nostre clienti.

Spero davvero di poter conquistare la vostra fiducia. So che stiamo iniziando a conoscerci e che ci vorrà del tempo, ma vi prometto che sarò sempre sincera con voi. Voglio creare un rapporto trasparente, per essere di supporto nelle vostre scelte e permettervi di fare degli acquisti consapevoli, nel pieno rispetto delle vostre esigenze.

Sono entusiasta di questa nuova avventura, e lavorerò sempre mettendomi a vostra disposizione.