Acquista un prodotto Shopping4Good oppure aggiungi un euro al tuo ordine per sostenere la Fondazione Umberto Veronesi

Tutto il ricavato andrà a finanziare il lavoro dei ricercatori che dedicano la loro vita allo studio e alla cura dei tumori femminili.
Sostieni anche tu la campagna #disegniamounfuturosenza.

QVC conferma il suo impegno per sostenere la lotta contro il tumore, in collaborazione con la Fondazione Umberto Veronesi e il progetto Pink is Good che promuove la prevenzione e sostiene la ricerca scientifica.

#disegniamounfuturosenza è la campagna di sostegno di quest’anno. Una causa che vede i più apprezzati illustratori d’Italia mettere a disposizione il loro incredibile talento. Otto opere d’arte che rappresentano un futuro dove il tumore non fa più paura, un messaggio di speranza per tutte le generazioni. 

 Più siamo e più ricercatori aiuteremo! Aiutaci a diffondere il nostro messaggio utilizzando l’#disegniamounfuturosenza su Facebook e Instagram. Così facendo ci aiuterai concretamente a raccogliere i fondi. 

Insieme possiamo disegnare un futuro migliore.  

#disegniamounfuturosenza a partire dalla prevenzione

Se il tumore al seno viene identificato nelle fasi iniziali e curato adeguatamente la sopravvivenza può arrivare fino al 98%. 

Ecco perché la prevenzione è fondamentale.

E la prevenzione del tumore al seno comincia da te con l’autopalpazione. Un esame che ogni donna deve effettuare alla fine del ciclo mestruale. Questo per rivelare in anticipo ogni possibile anomalia e consultare tempestivamente un medico.

Per saperne di più vai su Pink is Good

Osserva il tuo seno di fronte allo  specchio, con le braccia allineate lungo il corpo, per individuare eventuali deformità.

Porta le mani dietro la testa, tirandole all’indietro osserva eventuali retrazioni della cute.

Premi le mani sui fianchi, inspira profondamente e osserva eventuali retrazioni della cute.

Solleva il braccio accanto al seno da esaminare, ed esegui con la mano movimenti palpatori circolari dall’esterno all’interno (1) e dal basso verso l’alto (2).

Stringi tra le dita delicatamente il capezzolo per individuare eventuali secrezioni.

 

Sdraiati e ripeti tutte le manovre precedentemente descritte ai punti 2, 3, 4 e 5.