Come scegliere tra blusa e camicia o tra gonna e pantaloni


Alla fine dell'Ottocento, quando le donne, prima nell'Inghilterra vittoriana e poi, progressivamente, nel resto d'Europa iniziarono a lavorare fuori casa, in particolare negli uffici, nacque l'esigenza di un modo di vestire più comodo e pratico, che non le intralciasse nell'attività professionale. Gli stilisti presero a cuore questa nuova esigenza e crearono la blusa, ossia un'ampia camicia da stringere in vita con una cintura, e i primi pantaloni da signora, ispirandosi spesso, per l'una e per gli altri, alle fantasie orientali, allora di moda nell'arte e nell'arredamento. In questo articolo cercheremo di darti qualche consiglio su come orientarti nella scelta tra blusa e camicia o tra gonna e pantaloni, per essere sempre comoda ed elegante.

 

La differenza tra blusa e camicia

Innanzi tutto, vediamo cosa distingue, attualmente, le bluse dalle camicie. L'unico criterio che sembra universalmente accettato, pur nella varietà estrema che, giustamente, vige nel mondo della moda, è quello di chiamare bluse da donna le camicie senza l'abbottonatura anteriore, da indossare come maglie.

In realtà il taglio sia delle bluse, sia delle camicie da donna è molto vario e ci sono tanto bluse eleganti, quanto camicie sportive. La tradizione che voleva un taglio abbondante sui fianchi e con maniche ampie e comode, è ancora seguita per le maglie e bluse più divertenti, magari con una fresca fantasia a motivi floreali.

D'altra parte, troverai sul nostro sito anche bluse nere elegantissime, come quelle di Caterina Lancini, assolutamente adatte ad una serata importante, oppure modelli che richiamano altre epoche e stili, come quelli con lo scollo alla collegiale o quelli impreziositi da pizzi e organza.

           

Quando indossare una blusa e quando una camicia

Nella sezione moda del nostro sito troverai molte bluse e camicie, di tanti brand e con stili molto diversi tra loro, dalle più sportive alle più eleganti. Non c’è una regola precisa su quando indossare una blusa e quando una camicia, ma si possono fare un paio di osservazioni di carattere generale e trarne qualche piccola conseguenza.

Le camicie sono abbottonate sul davanti e questo permette agli stilisti di realizzare, con molta più facilità, una netta sciancratura sui fianchi. Inoltre, la presenza dell'abbottonatura ti permette, giocando sul numero di bottoni che vuoi allacciare, di modificare l'ampiezza della scollatura, anche in funzione dei gioielli che, eventualmente, vuoi mettere al collo.

Qualunque sia la camicia o blusa che vuoi acquistare, ti consigliamo soprattutto di riflettere, nella tua scelta, sull'uso che vorrai fare di quel capo d'abbigliamento. Pensi di indossarlo in ufficio o all'università? Allora ti conviene privilegiare la praticità e i tagli ampi. Vuoi riservarlo per una serata speciale ed elegante? Considera, allora, quante possibilità ti offrono l'abbottonatura della camicia e una decisa sciancratura per essere raffinata e al tempo stesso femminile.

 

I migliori tessuti per camicie e bluse

Naturalmente, come puoi immaginare, si realizzano camicie e bluse in moltissimi tessuti, con fibre naturali o sintetiche, ma la maggior parte dei capi d'abbigliamento di questo tipo è, senza dubbio, in poliestere, impiegato da solo o con altre fibre, per produrre la maggioranza delle bluse e camicie in circolazione, in concorrenza con il cotone puro e la viscosa.

I vantaggi del poliestere sono, in effetti, moltissimi. Innanzi tutto, la sua versatilità di utilizzo, in base alle diverse lavorazioni a cui può essere sottoposto, che lo rende adatto a realizzare tessuti morbidi, lucenti, traspiranti e resistenti. Inoltre, in abbinamento con le fibre naturali, soprattutto con il cotone, questa fibra sintetica assume una consistenza molto piacevole da indossare e le sue ottime proprietà elastiche aiutano il mantenimento della piegatura e possono anche rendere del tutto superflua la stiratura dopo il lavaggio.

 

Scegli tra gonna e pantaloni

Quando è meglio indossare la gonna e quando, invece, i pantaloni?

Nati per esigenze di praticità, i pantaloni da donna si sono presto fatti strada anche nel campo dell'alta moda, che ha saputo giocare su questo capo di abbigliamento rendendolo una valida alternativa alla gonna anche per occasioni speciali e serate eleganti.

D'altra parte, da quando Mary Quant ha lanciato la prima minigonna, negli anni Sessanta, le gonne hanno smesso di essere sinonimo di scarsa praticità e sono state reinterpretate anche in modo sportivo e adatto ad uno stile di vita dinamico, per una donna che deve dividersi tra impegni di lavoro, famiglia e vita sociale.

Per scegliere tra gonna e pantaloni, allora, le domande da farci sono: “Come voglio apparire oggi? Cosa voglio comunicare?”. In base alla risposta, potrai optare per un jeans o un pantalone sportivo, per una gonna ampia e comoda, per dei delicati pantaloni in tessuto leggero oppure, ancora, per una gonna fasciante che esalti le tue forme.

Ricorda che la scelta, come sempre, deve essere tua, personale e allo stesso tempo adatta alla situazione in cui indosserai il tuo outfit, per mostrare te stessa al meglio, esprimendo la tua personalità.

 

Tuniche, per essere più comode

Cosa trasforma una blusa in una tunica? Anche per questa domanda non esiste una risposta univoca e chiara, soprattutto perché gli stilisti, nella loro creatività, attribuiscono spesso nomi diversi a capi con caratteristiche simili. Volendo darti un criterio generale, però, Possiamo dire che una tunica è una blusa con una lunghezza maggiore, destinata ad essere indossata morbida al di sopra sia di una gonna, sia di un pantalone.          

Le tuniche sono indubbiamente dei capi d'abbigliamento estremamente comodi e pratici che, inoltre, possono essere abbinati ad outfit molto diversi tra loro. Una tunica divertente e colorata può accompagnare perfettamente un jeans per un pomeriggio tra amiche, mentre una tunica svasata, magari nera e in un tessuto raffinato, in abbinamento con una gonna elegante, realizza un outfit adatto anche ad una serata o ad un'occasione speciale.