Come lavare le scarpe a mano e in lavatrice

 

Quali sono gli accorgimenti da seguire per lavare le scarpe (sneakers, sandali, scarpe di camoscio…)? Ecco i consigli per pulirle a mano o in lavatrice.

 

Passo dopo passo, le scarpe ci accompagnano nella vita di tutti i giorni: che si tratti di un modello elegante e con tacco, di sneakers sportive o di un paio di simpatiche ballerine, le scarpe condividono tutte le nostre avventure, fatiche e successi. È comprensibile, quindi, che a fine giornata abbiano bisogno di una bella rinfrescata e, periodicamente, di un lavaggio per tornare come nuove.

 Come lavare le scarpe per mantenerle sempre belle, profumate e in ordine? La risposta non è una sola ma cambia in base al materiale e al tipo di calzatura: come saprai, scarpe in vernice, in camoscio in tessuto hanno esigenze diverse e hanno bisogno di accorgimenti e prodotti particolari. Ma non temere: basta qualche piccola attenzione per detergere e profumare anche le scarpe più delicate senza correre il rischio di rovinarle.

Come lavare le scarpe a mano

Hai acquistato un paio di scarpe nuove che ti calzano a pennello, come un bel paio di stivali Galieti in pelle da cui non vorresti mai separarti? La domanda sorge spontanea: come lavare le scarpe a mano per non danneggiare i materiali?

Nel caso delle scarpe in pelle, l’ideale è strofinarle delicatamente con l’aiuto di un panno morbido imbevuto con qualche goccia di latte detergente: se le tue calzature presentano macchie o aloni, puoi provare a rimuoverle con una piccola quantità di aceto bianco diluito in acqua.

Un altro metodo di pulizia consiste nell’utilizzare un vecchio spazzolino, o in alternativa una spazzola morbida, e un sapone neutro e delicato: in questo modo potrai rimuovere facilmente eventuali residui di terra e sassolini dalla suola. Passa con cura lo spazzolino su tutta la superficie e procedi con il risciacquo. Infine, se vuoi lucidare le scarpe, puoi utilizzare l’apposito lucido per calzature o un prodotto naturale come l’olio d’oliva.

Mettere le scarpe in lavatrice: sì o no?

Lavare le scarpe a mano è sicuramente la soluzione più indicata per le scarpe più delicate. Se, invece, sono realizzate in un materiale resistente, mettere le scarpe in lavatrice è una valida alternativa, ad esempio per pulire le scarpe da ginnastica sporche di fango dopo una camminata all’aria aperta. La prima accortezza è quella di estrarre i lacci e le suolette interne che potrebbero rovinarsi durante il lavaggio.

Nel caso delle scarpe in tela, un accorgimento utile è quello di infilarle in un sacchetto per bucato prima di avviare il ciclo. In generale è consigliabile escludere la centrifuga, ma in alternativa puoi impostare i giri al minimo e avviare un ciclo delicato a 30°- 40° C,. A questo proposito, assicurati di utilizzare un detersivo che risulti efficace anche a basse temperature.

Come pulire le scarpe di camoscio

Alcune tipologie di scarpe, risultano più difficili da trattare. Sicuramente ti sarai chiesta almeno una volta come pulire le scarpe di camoscio, tra i materiali più pregiati ma anche più delicati. Il camoscio tende a evidenziare facilmente macchie e striature e quindi necessita di cure costanti.

Per ravvivare il colore puoi effettuare una veloce pulizia quotidiana utilizzando l’apposita spazzola con setole in gomma. Per un risultato più professionale puoi ricorrere a uno spray specifico per scarpe, come la camoscina studiata per rinnovare la pelle e donare lucentezza. Se hai necessità di rimuovere una macchia, puoi utilizzare la gommina o, se preferisci i metodi della nonna, del cotone imbevuto di latte.

Hai deciso di procedere con il lavaggio vero e proprio? In questo caso, immergi per pochi minuti le scarpe in una bacinella piena di acqua tiepida, spazzola con delicatezza e risciacqua. Ricordati di asciugare le calzature lontano dalle fonti di calore: a fine asciugatura, le tue adorate scarpe in camoscio saranno di nuovo pronte da indossare.

Come asciugare e profumare le scarpe

Quando ci si innamora di una scarpa, la tentazione è quella di usarla ogni giorno dimenticando tutte le altre. È molto probabile che succeda, ad esempio, con le scarpe e sandali Mitarotonda, combinazione perfetta di design e comfort. Ebbene, se proprio non vuoi farle riposare, l’alternativa è rinfrescarle spesso per contrastare la formazione di odori.

Periodicamente, puoi utilizzare uno spray antibatterico per igienizzare le scarpe e tenerle alla larga dai germi. Per dare loro una piacevole profumazione, inoltre, ci sono le foglie di menta, timo o lavanda, una soluzione semplice ma efficace.

Per eliminare le tracce di sudore dopo un’intensa giornata, puoi inserire all’interno delle calzature una bustina con un po’ di bicarbonato, perfetto per eliminare anche gli odori più pungenti.