Scottature solari: cosa fare se si presentano e come evitarle

 

Le scottature solari sono uno degli inconvenienti più comuni durante la bella stagione. Siamo al mare o in piscina, magari in acqua o sotto l’ombrellone e non ci accorgiamo che il sole è cocente. Sì, perché il sole filtra anche sotto l’ombrellone.

In mare poi, riflettendosi sull’acqua, è doppiamente pericoloso. Risultato: ci troviamo la sera con la pelle che scotta e il divieto tassativo di esporci di nuovo al sole, finché la scottatura non passa. Per evitare di ritrovarci la vacanza rovinata e di rifugiarci all’ombra, non dobbiamo mai dimenticare la crema solare, da applicare più volte al giorno.

Oltre a evitare scottature ed eritemi, serve soprattutto a proteggere la pelle dall’invecchiamento e dai dannosi raggi UVB e UVA.

 

Quale protezione solare usare

Creme solari sì, ma quali scegliere? Con l’estrema varietà di prodotti in commercio, è facile sentirsi persi mentre si cerca quella più adatta a noi.

Le creme solari vanno scelte in base al proprio fototipo. Più è alto il nostro fototipo, maggiore è il tempo che potremo passare esposti al sole, prima della comparsa di eritemi o scottature.

Esistono sei fototipi solari: per capire qual è il nostro e scegliere quale protezione solare usare, bisogna controllare il colore di pelle, occhi e capelli.

Abbiamo i capelli rossi o biondi, la carnagione chiarissima e gli occhi chiari? Apparteniamo senza dubbio ai fototipi 1 o 2 e necessitiamo di una protezione solare molto alta (SPF 50+).

Se invece abbiamo la pelle chiara e i capelli castani o bruni, dovremo iniziare a prendere il sole usando una protezione solare medio-alta e diminuirla gradualmente dopo i primi giorni di esposizione (SPF 30 e 15).

Se abbiamo la pelle olivastra o scura, con capelli e occhi scuri o neri, useremo una protezione generalmente più bassa (SPF 15 e 10).

In ogni caso, a prescindere dal nostro fototipo, è fondamentale seguire delle regole precise, per mantenere la pelle sana: ridurre l’esposizione al sole, evitare di esporsi al sole nelle ore più calde della giornata (dalle 11 alle 16) e utilizzare sempre, oltre alla crema solare, cappelli, indumenti e occhiali da sole.

 

Crema solare: quando metterla

Crema solare, quando metterla? È una delle domande più comuni che ci facciamo d’estate.

Mettersi la crema solare una volta arrivati in spiaggia, distesi sull’asciugamano, non è la cosa migliore da fare.

La crema solare andrebbe spalmata almeno 30 minuti prima dell’esposizione al sole e su tutto il corpo, anche sulle parti nascoste dal costume: in questo modo la pelle potrà assorbirla bene.

L’ideale sarebbe metterla a casa, prima di andare in spiaggia. Se possibile, davanti allo specchio, così da essere sicuri di averla messa bene dappertutto, senza dimenticare parti come il retro del collo e l’interno braccia.

Sul viso è consigliabile usare sempre una protezione più alta per evitare danni di invecchiamento precoce provocati dal sole.

Bisogna mettere la crema solare sul viso anche se abbiamo già usato un autoabbronzante?

La risposta è sì. Anche in questo caso se ci si espone al sole, la crema solare va applicata comunque per proteggere la pelle dai raggi solari.

La crema solare (anche se water resistant cioè resistente all’acqua) va riapplicata dopo ogni bagno e in generale dopo circa due ore di esposizione: dopo il bagno infatti il fattore di protezione della crema tende a ridursi.

Appena arrivati a casa, dopo la doccia, usiamo dei prodotti corpo adeguati per nutrire la pelle dopo l’esposizione.

Queste accortezze ci permetteranno di esporci al sole con serenità, evitando brutte sorprese.

E le labbra? Anche loro vanno protette: in commercio esistono stick di burro-cacao con fattore protettivo, adatti alla stagione. Non dimentichiamo i capelli: sole, salsedine, cloro e umidità li mettono a dura prova durante l’estate.

È bene anche in questo caso non dimenticare la protezione: spruzzare uno spray solare prima di recarsi in spiaggia, usare un cappello e coccolarli con il balsamo o una maschera idratante una volta tornati a casa sono tutti ottimi accorgimenti che li manterranno morbidi e idratati.

 

Scottature solari: come evitarle con la prevenzione?

È capitato a tutti di ritrovarsi, almeno una volta, a fare i conti con una scottatura solare o un eritema. Se ci ritroviamo a fine giornata con arrossamenti o bruciori accompagnati da prurito, significa che non abbiamo applicato abbastanza protezione o che siamo stati troppo esposti al sole.

Da adesso in poi, fino alla guarigione della scottatura o dell’eritema, è meglio non esporsi al sole: la pelle infatti in questa fase è ancora più delicata. Alcuni rimedi per dare sollievo e il bruciore sono: fare degli impacchi con acqua fresca (no al ghiaccio), usare bagnoschiuma e docciaschiuma particolarmente delicati e spalmare creme idratanti ed emollienti, oltre a bere molta acqua.

In caso di scottature importanti, la strategia migliore rimane comunque quella di non esporsi al sole e di consultare un medico.

 

Come prolungare l’abbronzatura dopo le vacanze

Siamo tornati dalle vacanze e vogliamo prolungare al massimo l’abbronzatura? Il colorito ambrato preso al mare rende sempre la pelle più bella, ma per evitare che svanisca al ritorno in città bisogna adottare qualche accortezza.

Curiamo l’alimentazione: ricordiamoci di bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno. Nella nostra dieta non devono mancare frutta e verdura, che aiuteranno a mantenerci idratati.

Il nemico numero uno della tintarella, infatti, è la scarsa idratazione.

No ai docciaschiuma troppo aggressivi: in commercio se ne trovano di molto delicati, adatti a preservare l’abbronzatura. Un altro trucco molto utile è quello di fare uno scrub delicato: niente paura, non perderemo il colorito dorato, ma elimineremo semplicemente in modo uniforme le cellule morte. Subito dopo la doccia, ricordiamoci poi di idratare bene la pelle: l’odiata spellatura, infatti, si presenta se la pelle risente della mancanza di idratazione. Sì, quindi, a un doposole o a una crema molto idratante, che nutriranno la nostra epidermide evitando spiacevoli effetti estetici e prolungando il bel colorito ambrato frutto delle nostre vacanze!