Lavare i capelli tutti i giorni fa male? Che shampoo usare


Con che frequenza lavarsi i capelli? La risposta è soggettiva e dipende dalla struttura del capello e dalle abitudini: palestra e smog, ad esempio, portano naturalmente ad aumentare la frequenza dei lavaggi. Fare spesso lo shampoo non è una cosa negativa, l’importante è usare prodotti per capelli non aggressivi. Ecco qualche consiglio per scegliere il detergente giusto e non indebolire la tua chioma.

Lavaggi frequenti: pro e contro

Lavare spesso i capelli è necessario per chi pratica regolarmente la corsa o il fitness e ha, quindi, l’esigenza di eliminare il sudore dalle radici alle punte e di fare la messa in piega sul capello pulito (magari con l’utilizzo dell’arricciacapelli). Ricorrere a una pulizia costante offre altri vantaggi: ad esempio, aiuta a eliminare lo smog e le sostanze inquinanti che, e in special modo in città, tendono a depositarsi sul capello.

In questi casi potrebbe sorgerti un dubbio: lavare i capelli tutti i giorni fa male? La domanda è legittima, ma va sfatato un mito: lo shampoo quotidiano non è sinonimo di doppie punte e di capelli indeboliti. Per proteggere la bellezza dei tuoi capelli, scegli shampoo e bagnodoccia delicati e segui qualche semplice accortezza durante il lavaggio, come limitare la quantità di detergente e concentrarti sul cuoio capelluto senza appesantire inutilmente le lunghezze.

Massaggiare dolcemente la testa con lo shampoo per qualche minuto è un’altra buona abitudine: grazie a questo semplice gesto, infatti, puoi migliorare la circolazione sanguigna e aiutare il capello a rinforzarsi e a sopportare meglio i lavaggi.

Capelli sempre puliti: quali prodotti scegliere

La scelta dello shampoo giusto è importante: per prenderti cura dei tuoi capelli ogni giorno, ti consigliamo di usare prodotti a pH neutro e con formulazione specifica.  Ma non solo: se tra casa e palestra usi la doccia una o più volte al giorno, presta attenzione anche alla scelta dei prodotti per il corpo.

Dopo lo shampoo, parliamo del balsamo: la sua funzione è quella di proteggere i capelli– e non solo – dalle aggressioni esterne, nutrendoli e aiutandoli a difendersi dagli agenti atmosferici. Un capello ricco ed elastico sarà più resistente agli stress meccanici, come quelli dovuti agli elastici delle acconciature, come la classica coda di cavallo, e ai danni causati dai trattamenti chimici.

Particolare attenzione, poi, richiedono i capelli trattati, sottoposti ai colpi di sole e a colorazioni frequenti: in questo caso è bene scegliere un prodotto studiato per ravvivare i riflessi e, inoltre, enfatizzare la luminosità del capello ed evitare che si opacizzi, lavaggio dopo lavaggio.

Che shampoo usare per i capelli grassi

Come abbiamo visto, la scelta dello shampoo e del kit per il bagno dipende dal tipo di capello. Vediamo quali attenzioni dedicare ai capelli grassi: questi ultimi, infatti, tendono a trattenere il sebo sulle radici e sulle lunghezze. Attenta a non eliminare troppo il grasso: gli olii naturali, infatti, hanno anche la funzione di proteggere il capello e, dunque, non andrebbero intaccati con prodotti troppo aggressivi. Impoverire la chioma, del resto, è controproducente perché può favorire la secchezza e l’extra produzione di sebo.

Alla luce di ciò, che shampoo usare per i capelli grassi? Orientati sui prodotti formulati con ingredienti ad azione purificante e lenitiva, come ortica, aloe e olio di Argan, facendo attenzione che siano ipoallergenici. Nei periodi di maggiore stress può essere necessario un trattamento più mirato: in questo caso puoi utilizzare un prodotto sebo-normalizzante per riequilibrare la cute.

Che shampoo usare per i capelli che si sporcano subito

Anche senza frequentare la piscina o la palestra, c’è chi preferisce ricorrere quotidianamente allo shampoo per una questione estetica. Chi, ad esempio, ha i capelli lisci e sottili, può avere l’impressione che la chioma tenda a sporcarsi prima: questo effetto, generalmente, è dovuto alla struttura del capello che tende a far scivolare più velocemente il sebo verso le punte. La tentazione, quindi, è di mettere mano al detergente per rendere i capelli più leggeri e vaporosi e fare la piega di frequente per evitare l’effetto piatto. Se anche tu avverti questa esigenza, sicuramente ti sarai chiesta se lavare i capelli tutti i giorni fa male, e quale shampoo usare per capelli che si sporcano subito.

In generale, orientati sui prodotti dalla texture leggera e dalla formula delicata. Un prodotto che agisce sul capello grasso, infatti, non necessariamente fa al caso tuo perché alla lunga potrebbe rendere il cuoio capelluto più reattivo: meglio, dunque, optare per uno shampoo delicato, preferibilmente naturale e non eccessivamente siliconico. Periodicamente puoi utilizzare uno scrub purificante per rinfrescare la cute e una maschera a base di argilla da applicare prima dello shampoo.